lunedì 19 ottobre 2009

Il fiocco sul portone

Il fiocco sul portone è stato un'emozione. Non c'era stato più nessun fiocco dopo quello di mia figlia. Del resto il condominio è piuttosto piccolo e le famiglie papabili alle fine son solo due, mettendo nel conto anche la nostra che però, come Paganini, non credo che si ripeterà. Così, dopo dieci anni, in un giorno ventoso è apparso un altro fiocco sul portone, rosa anch'esso come colui che l'aveva preceduto, perché il futuro è rosa, come dice lo spot che preferisco in questi giorni. Un cuore ricamato a punto in croce con uno svolazzo di tulle. Come non pensare al mio, quadretti Vichy e nastrini di raso, ormai scolorito e sciupacchiato ma ancora appeso dietro alla porta della camera della pulcina, un po' ricordo, un po' portafortuna, ma guai a chi glielo tocca. E che emozione salire le scale per andarla a conoscere, questa nuova vicina di casa, un dolce batuffolino addormentato nella sua culla, i pugnetti alzati e un filo di sorriso appena accennato. Io e la pulcina la guardiamo in silenzio, mi sembra di tornare indietro nel tempo e non mi capacito di come quel ragnetto che dormiva in una culla quasi uguale possa essersi trasformato in questa jena bionda avvinghiata al mio braccio. Mentre ascolto la mamma orgogliosa che racconta di travaglio e poppate penso che la vita scorre via troppo in fretta e che troppo spesso mi lascio travolgere dall'essere sempre in ritardo, sempre di corsa, togliendo il tempo ad una carezza, a una coccola, a una parola speciale, pensando che ci sia sempre un dopo. Un dopo che quasi sempre fugge però, e il momento è passato. Gli occhi mi si fanno lucidi, mannaggia a me, adesso penseranno che sono andata a trovare una neonata con il raffreddore, ma non è così. Godetevi ogni momento, ogni attimo, che non ritornerà. Cercherò di farlo anche io. Promesso.

10 commenti:

Christopher ha detto...

Salve, sono Christopher di Macchine Alimentari ! Ho visto il suo blog tramite la sua partecipazione al concorso e devo dire che è ben fatto quindi ho pensato di aggiungerlo al mio aggregatore di blog di: ricette, cucina, cuochi e barman, il quale sono convinto che porterà parecchi visitatori al suo blog ;-) lo può vedere a questo indirizzo: www.macalit.it/blog


Io gestisco personalmente un sito, www.macchine-alimentari.it, e il suo blog di supporto, www.macalit.it/blog dove raccoglie, appunto, i migliori blog di cucina. Mi sono permesso di aggiungere il suo perchè lo ritengo davvero ben fatto e interessante. Ovviamente ogni suo articolo riporta correttamente link alla fonte del suo articolo ;) Inoltre ho provveduto anche ad aggiungere un link nella sezione Partners direttamente al suo blog ;)


Se le dà fastidio me lo dica che non c'è problema e lo rimuovo immediatamente ;-)


Se vuole può anche ricambiare inserendo un banner piccolo piccolo che trova qua: http://www.macalit.it/blog/inserisci-il-tuo-blog-tra-i-miei-feed/



I miei più cari saluti
Christopher

Suysan ha detto...

Bellissimo post...mi sembra ieri il giorno in cui ho portato un piccolo nanetto in casa e in un attimo mi sono ritrovata un figlio adulto!!!

fermarsi a godersi le cose...questo è il trucco!!

Gallinavecchia ha detto...

@ Christopher - grazie :) anche se ancora non mi vedo tra i link. Grazie anche di aver sponsorizzato il concorso di Juls, al quale ho partecipato molto volentieri. Ho appena letto i nomi dei finalisti, tutti davvero azzeccati. Adesso sarà arduo decidere!

Smile1510 ha detto...

ecco, anche a me sono venuti gli occhi lucidi... ok, prometto anch'io... notte! :-)

Mammamsterdam ha detto...

Si, fa davvero impressione come crescono in fretta, a posteriori. Ma non credo ci dobbiamo rimproverare niente, né il momento che passa, né la carezza mancata, perché ci stiamo dando così tanto con i nostri figli, che questa è la normale e sana nostalgia di chi si vuole bene.

passionemaglia ha detto...

Mi sono ritrovata in pieno nel tuo racconto.
Proprio sabato, rassettando casa dopo il lavoro dei muratori, ho rispolverato ben ben le foto sul camino ............ che tenerezza quella in cui una figlia "grande" e quattrenne tiene orgogliosa in braccio un fagottino rosa.
E dopo mi sono girata e ho visto un'adolescente spigolosa che litigava con una novenne peperina .......... ma prometto anche io ........

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

Che bella che sei Gallina!

p.s. ieri ho fatto di nuovo la tua TORTA DI POMODORI, sempre un successone!

PaolaFrancy ha detto...

in questi giorni ho veramente pochissimo tempo per aggiornare il mio blog e leggere gli altri ... ma oggi quando ho aperto il blog e ho visto nell' elenco questo titolo non ho potuto resistere ...
e' vero, il fiocco sulla porta e' sempre una grandissima emozione e una nuova pulcina nella culla porta una ventata di aria fresca e pura ...
un bacio alla nuova arrivata,
paola

p.s. chi puo' saperlo se siete proprio come paganini??? mai dire mai ...

Cassandra ha detto...

Un fiocco appeso al portone fa sempre sorridere... benvenuta, cucciola!
Ma la vera magia è che diventerà come pulcina, eppoi una donna, eppoi una gallinavecchia o una cassandra che le commenta il blog... questa "catena" non smetterà mai di affascinarmi.

Odeline ha detto...

Buondì carissima!
Il libro non è male..anzi, devo dire che prende.
Il genere è Twilight, quindi non aspettarti nulla di "impegnato", ma la trama è intrigante.
Appena lo terminerò ti potrò dire qualcosa di più dettagliato.
Un abbraccio

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin