martedì 5 febbraio 2008

Nessuno è perfetto

Denso e vischioso come melassa. Nebbia fitta e bianca che mi toglie il fiato. Spire attorcigliate alle mie gambe. E io qui, immobile e cupa, insieme al mio senso di colpa. Ai miei tanti sensi di colpa, che stamani sono esplosi tutti insieme, uscendo dal cassetto dove li tengo a bada e sotto chiave. Devo averlo inavvertitamente lasciato socchiuso e loro ne hanno approfittato per uscire allo scoperto, godersi un po’ di libertà e invadermi così, deliberatamente, senza preavviso né un briciolo di compassione. Eccoli qua, tutti davanti a me in fila indiana, come tanti soldatini pronti a premere sul grilletto, a farmi fuori senza tante moine né cerimonie, ognuno a reclamare a gran voce i miei torti. Li ascolto uno ad uno, attentamente. Non sono una brava madre quando grido e strepito, come ieri sera, sfogando rabbia e nervosismo su di te e poi accorgermi di aver sbagliato, di aver preso un granchio bello grosso, mentre nelle tue lacrime si rifletteva tutta la mia stupidità. Non sono una brava moglie quando dalle mie labbra escono parole dure, stanche, stufe di tutto, di tutti e anche di te, e non mi accorgo che non sono la sola a dover combattere ogni giorno. Non sono una brava figlia quando dovrei esserci più spesso nelle vostre vite ormai giunte al capolinea e invece mi lascio trasportare dalla corrente e dal mio egoismo che per difesa mi tengono lontana. Non sono brava, non sono buona, non sono speciale, non sono niente. Il processo è finito, condannata senz’appello. Uno ad uno sfilano nuovamente davanti a me, silenziosi, pronti a rientrare nel cassetto che stavolta starò attenta a chiudere bene a chiave. La mezz’ora d’aria gli ha fatto bene, però. Li ha alleggeriti, ammorbiditi, mitigati. E a ben guardare, i fucili del plotone d’esecuzione eran caricati a salve. Lentamente mi accorgo di riuscire ancora a respirare, a muovermi, a pensare.

13 commenti:

Giovanna ha detto...

quei sensi di colpa sarebbe farli sparire per sempre... altro che cassetto!!! spesso quei fucili anche se caricati a salve, non hanno ragione d'esistere, sono le pretese eccessive che noi mamme moderne ci infliggiamo per poi esplodere quando proprio non ce la facciamo più a fare tutto.
Una mamma imperfetta

aiellogianluca ha detto...

"Scagli la prima pietra ... chi è perfetto!"

Ognuno di noi può sbagliare, l'importante è rendersene conto e poi guardare al futuro.

Laura ha detto...

Però lo potevi chiudere meglio quel cassetto!!!! Lo sai dove sono finiti quei soldatini? Tutti quiiiii, da me, a ricordarmi le stesse identiche cose che hanno detto a te!!!!
Che palle 'sti sensi di colpa!!!
Un abbraccio solidale.

LA CONIGLIA ha detto...

hai scritto una sensazione che spesso ho provato in prima persona e...che mi hanno fatto provare...mi hai fatto rifletter tanto...

thecatisonthetable ha detto...

Senso di colpa per quello che avreti potuto fare, per quello che non avresti dovuto fare, per quello che avrebbe potuto essere ma non è stato... uff, quanta folla, di 'sti tempi...

Bibi ha detto...

u...
no.....
:(
bacio.
Bibi

miciapallina ha detto...

Sensi di colpa.... ebbene si!
Stanno accucciati in un cassetto... ogni tanto vengono fuori e li dobbiamo spolverare un po.
Ma l'importante, cara gallina mia, è riconoscerli come tali.
Sensi di colpa, appunto.
Così dopo averli spolverati e nutriti, rimettili nel cassetto.
E lasciali li!
Passato.
Andati via.
Papà diceva sempre "attenta.... la cacca più la giri e più puzza".
Gallinella.... guarda quanto è bella la tua pulcina, come sta affrontando bene la vita.
E che bello e forte è il tuo pollaio.
Se tu fossi quella che quei subdoli ti suggeriscono, nulla sarebbe così.
Ti vogliamo tutti bene.
Tira su le spalle.
Soffiati il naso.
Ok, pronta?
Si riparte!
Venghino siori venghino... altro giro altro regalo!!!!

nasinasi polverosi!

giulia ha detto...

Sensi di colpa che riconosco... Ma è troppo difficile non averne, vorrebbe dire essere sempre sicuri di se stessi, dei proprio atteggiamenti... Non sbagliare mai. Ma sbagliamo sempre, perché ci aspettiamo troppo da noi stessi, dagli altri. Quando ci sentiamo così dovremmo avere la lucidità di vedere anche tutti i lati belli, le volte che non abbiamo sbagliato, le volte che abbiamo detto la parola giusta al momento giusto... Cara gallina com'è difficile vivere, ma è anche così bello proprio perché tanto complicato :)
Un abbraccio giulia

Bibi ha detto...

no è verissimo, nessuno è perfetto.
bacio bacio bacio :))
Bibi

fabdo ha detto...

Per fortuna! Ti immagini che noia se tutti fossero perfetti?!
Leggendoti, mi viene da dire "ti conosco soldatino"...
Anche i miei sono tosti, ma non credo che abbiano mai brutte intenzioni...
Sembrano cattivi, fanno paura talvolta, ma, se ci pensi, ci aiutano a capire meglio noi stessi e gli altri, no?

Monique ha detto...

non puoi essere così tremenda, neanche per sogno, con tutte le cose bellissime che scrivi mi rifiuto di crederci, anche se ti conoscessi...e poi appunto...nessuno è perfetto.

koala ha detto...

Sei semplicemente umana, quindi i sensi di colpa son normali.
Potri averlo scritto io, eccetto la parte dei genitori che non ho piu'.
I sensi di colpa fanno bene ogni tanto perche' ci addolciscono e ci fanno tornare alla realta'.
Pero' la mezz'ora di aria e' piu' che sufficiente. Richiudili e vai avanti, sei grande cosi' come sei e sei amata per quello che sei, ricordalo.

Annachiara ha detto...

Arrivo tardi come sempre.
In fondo m'ha detto bene.
La mezz'ora d'aria è passata e non mi sono accorta di niente!

Vedi? C'è anche chi è peggio di te! ;-)

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin