giovedì 28 febbraio 2008

Buon viaggio

Non ti dirò addio, ma arrivederci. Benché la tua partenza rientri nella naturalità degli eventi, è questo senso di definitivo che mi spaventa un po'. Nascita, morte, nessuno ne sfugge, siamo tutti di passaggio, anche se spesso tendiamo a dimenticarlo. Avendo già spento la tua centesima candelina, forse non sei sorpresa più di tanto nemmeno tu che sia giunto il momento di partire per sempre e poter finalmente raggiungere tuo marito dopo così tanti anni di lontananza. Ne avrete di cose da raccontarvi. I tuoi tre figli ti accarezzano con lo sguardo un po' umido e un po' stanco. I tuoi nove nipoti ripensano al tuo sguardo azzurro mentre qualche lacrima riga le guance e i nasi vengono soffiati in silenzio. Mio marito è tra loro e anche se non dice niente sono i suoi occhi a parlare, e quante cose dicono. I tuoi sette bisnipoti non ci sono tutti, chi è all'asilo, chi è malato, ma la picci e sua cugina si tengono per mano, serie e stranamente silenziose, anche se ogni tanto si scambiano un sorriso. Che strana che dev'essere la morte agli occhi di un bambino. Quando ha saputo, si è rabbuiata, è scoppiata a piangere, ha chiesto se avresti continuato a guardarla dal cielo, è rimasta pensierosa, poi è tornata a illuminarsi. Io ti ricorderò sempre per quella grandissima persona che eri, così speciale e unica, tanto diversa da come uno si può immaginare una nonna. Ti rivedo con le infinite varietà di bulbi da piantare e trapiantare, con i libri di storia e di arte che affollavano il tuo tavolino, le decine di foto incorniciate in argento che amavi guardare in solitudine, con i racconti dei tuoi viaggi e della tua vita, con quell'auto piccola e veloce che fino a pochi anni fa hai guidato imperterrita prendendo le curve che portavano a casa tua come fossi stata al Rally dell'Elba, con la tua vena british che saltava fuori nei momenti più impensati a ricordarci le tue origini, con la tua classe e intelligenza fuori dal comune. Buon viaggio, cara nonna, il tuo ricordo resterà per sempre con noi.

13 commenti:

miciapallina ha detto...

CAra nonna, anche se non sei la mia nonna, visto che una lacrima è spuntata anche nei miei occhi, posso chiederti un favore?
Adesso che parti per questo viaggio, quando arriverai dalle parti del mio papà (guarda, lo riconosci perchè probabilmente sta raccontando qualcosa a dei ragazzi.....) gli daresti un abbraccio forte?
Lui capirà che arriva da Ninnichitta.
Grazie nonna!

Suysan ha detto...

un abbraccio!!!!

Monica ha detto...

Questo mi ricorda quando e' morta mia nonna. Avevo 16 anni e non ero ancora pronta a perderla. La sua saggezza, il suo amore sempre presente anche se nascosto in gesti duri e burberi. Le torte e i suoi stupendi viaggi.

ah.. le nonne..

Raffa ha detto...

La mia di nonna è morta ormai da tanti anni, ma non smetto mai di parlarne con le pargole, che non l'hanno mai conosciuta se non attraverso le mie parole e le fotografie che ho con me.
Grazie per il tuo commento, anch'io sono felice di averti incontrata in giro per la rete, e ti mando un abbraccio in questo giorno triste.
Raffa

thecatisonthetable ha detto...

Ho sceso dandoti il braccio almeno un milione di scale, ed ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino...

E. DICKINSON

...Ti abbraccio...

Giovanna ha detto...

mi sembra quasi di averla conosciuta. Un abbraccio

Laura ha detto...

Anche la mia nonna è morta dopo aver compiuto i cento anni. E anche lei era una gran donna, si era laureata in Lettere nella Palermo degli anni venti...Siamo fortunate ad avere conosciuto donne così...ti abbraccio.

Maurice ha detto...

Quanto sei fortunata ad aver avuto una nonna così splendida. Un abbraccio.

Cinnamon ha detto...

quando penso alla morte dei miei nonni mi viene solo un grande rimorso... quello di avere ancora tante cose da chiedere e da farmi raccontare. non siamo mai pronti ad accogliere la morte... Coraggio! un caro abbraccio

koala ha detto...

Tua figlia la conoscera' attraverso i vostri ricordi, che sono importanti. Lei vive sempre, anche se non potete piu' vederla, ma tu lo sai gia'.
Io invece non ne ho conosciuta neanche una di nonna, sono morte giovani di tubercolosi(mio nonno materno si e' anche sposato due volte ma..io non ho fatto in tempo).
Baci affettuosi

Anonimo ha detto...

Queste cose non le devo leggere... Non di mattina, non adesso che ho la lacrima facile più di prima...
Fortuna che sono sola in ufficio.
Baci!
Ruben

mammina ha detto...

mio nonno è morto pochi anni fa all'età di 102 anni e fino all'ultimo era cosciente. si è spento 20 giorni dopo la sua festa. noi lo continuiamo a ricordare perchè le persone alle quali si è voluto tanto bene sono e saranno sempre con noi. bacioni e di' alla nona che saluti il mio nonno.

Annachiara ha detto...

Mio marito aveva gli stessi occhi del tuo, a dicembre....

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin