venerdì 31 ottobre 2008

Non mi piace

Non mi piace fare le cose di corsa, quel saltare da una all'altra senza riuscire a farne bene nessuna, quell’essere diventata abitudine anziché eccezione. Non mi piace che la pulcina sia arrabbiata con me ed io con il Galletto e lui con me ed io con lei, in un loop che non ha inizio e non ha fine e tutti siamo nervosi con tutti. Non mi piace ricordare che esattamente un anno fa oggi pomeriggio la pulcina avrebbe trascorso il suo dolcetto o scherzetto tra pronto soccorso e terapia del freddo con una maschera violacea in faccia che avrebbe fatto impallidire i più bei travestimenti di Halloween. Non mi piace che l'idraulico dia la colpa all'elettricista e che l'elettricista dia la colpa all'idraulico, in uno scarica barile che non porterà da nessuna parte se non al fatto che il climatizzatore probabilmente continuerà a non funzionare bene. Non mi piace trovarmi alla vigilia di un fine settimana e sapere già che la cosa più divertente che mi capiterà di fare sarà il cambio degli armadi che non posso più continuare a rimandare. Non mi piace questo clima da caccia alle streghe che si è instaurato in ufficio, con l'amara constatazione che la talpa non è solo un programma televisivo. Non mi piace pensare che quella spregevole persona che pochi giorni fa ha molestato i bambini durante la festa sia ancora libera di circolare dato che la volante della polizia ci ha messo un quarto d'ora per arrivare. Non mi piace continuare a legarmi i capelli per non farli schizzare a destra e a manca neanche fossi una naufraga dell'isola. Non mi piace ascoltare il telegiornale e accorgermi con orrore che sentire solo brutte notizie è praticamente diventata un'abitudine. Non mi piace la nuova maestra di matematica che perde tempo a far fare disegni al posto di quei sacrosanti problemi della mia epoca tipo la mamma va al mercato e compra tre chili di carote, che saranno stati anche stati noiosi ma perlomeno facevano mettere in moto il cervello. Non mi piace fare una lista di cose che non mi piacciono e rendermi conto che sono davvero tante. Però adesso mi sento più leggera.

10 commenti:

thecatisonthetable ha detto...

Bloggo-terapia, gallinellabella!

;-)

Anonimo ha detto...

Ciao,
come ti capisco.......
di corsa sempre di corsa e il tempo che inesorabilemte rosicchia la tua vita..........

Barbara ha detto...

Tutte sacrosante verità...

bstevens ha detto...

: )))) e noi siamo felici di aver raccolto le tue uova!!!

Suysan ha detto...

E' proprio vero che sfogarsi fa bene ...e sapessi quanto ti capisco

Juliaset ha detto...

Hai fatto bene a liberarti! Ho letto della tua bimba e della brutta avventura dell'anno scorso...al mio vicino di casa di due anni è capitata la stessa cosa pochi giorni fa, ed ha perso gli incisivi, povero piccolo...:-(
Un caro saluto e l'augurio di un buon lunedì. J

wwm ha detto...

non mi piace che a te non piace scrivere le cose che non ti piacciono. però mi piace sapere che ora stai meglio...

S.B. ha detto...

Ogni tanto sfogarsi fa bene :-)

Anonimo ha detto...

I momenti in cui sembra che i "non mi piacciono" prevalgano capitano... ma poi arrivano sempre e inevitabilmente quelli belli, in cui gli equilibri si invertono, e ti trovi, col sorriso, a dire "mi piace" . Spero prestissimo!

Un abbraccio
Paperinikka

lamagagiò ha detto...

A me, invece, piace scoprire post così carini. E mi piace sentire quello "sfriccichio" quando li leggo.

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin