martedì 22 gennaio 2008

Coriandoli

Verde pistacchio giocoso e maldestro
mele e torroni nel mio canestro
rosso lampone spavaldo e incosciente
lento tramonto insanguinato e furente.
Giallo geloso di rose vestito
raggi di sole in un cielo infinito
azzurro pacchiano e senza confini
salti capriole conchiglie e delfini.
Viola impaziente come un cucù
grida e bandiere della gioventù
bianco accecante del biancospino
come la mano che suona il violino.
Rosa confetto di culle e tutù
carezze gentili ed eterne virtù
marrone nutella di terra e di fango
rami spogliati ed io che rimpiango.

5 commenti:

miciapallina ha detto...

Ma che bello che sei tornata.
E hai portato anche in dono una poesia!
Me felice.
nasinasi ronronanti

Bibi ha detto...

qui arriviamo per ultimi. quando gli altri hanno finito.
che poi non si potrebbe unificare anche quello invece di mantenere l'Ambrosiano????
bacio :)
Bibi

LA CONIGLIA ha detto...

bella bella bella...mi fai tornare bimba...

thecatisonthetable ha detto...

...And one of the winner is...

Se ti va di passare, c'è qualcosa per te da ritirare!

Anonimo ha detto...

Bellissima questa poesia, mi sembra di vederla scorrere davanti.

Un abbraccio
Cristina

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin