lunedì 25 agosto 2008

Il paradiso all'improvviso

Il titolo non sarà originale, ma descrive alla perfezione quello che ho provato quando, dopo mesi di lavoro, casa, muratori da sbranare e le ultime due settimane trascorse a traslocare, pulire e sistemare con temperature da gironi infernali, mi sono ritrovata improvvisamente circondata dagli abeti, dai prati così verdi da far male agli occhi, dalle cime di queste montagne grigie e rosa che mi circondano come sentinelle, dal silenzio assoluto rotto solo dal frusciare del vento tra i rami e dal cinguettio degli uccellini, mentre la coda rossa di uno scoiattolo scompare svelta nel bosco. Se non è paradiso questo, dove i passi risuonano quieti lungo i sentieri, dove si dice buongiorno a chi si incontra ché l'educazione in montagna esiste ancora, dove faccio scorrere questi fili d'erba fresca tra le dita e sembra seta, mentre seduta al sole che fa cambiare i colori alle rocce come se stesse giocando con una scatola di pastelli osservo la splendida Val Fiscalina che si allunga davanti a me e l'assorbo con lo sguardo, con la pelle e con il cuore. Se non è paradiso questo, mentre il pensiero corre a quella punta lassù che anche se gli occhi non vedono sanno bene che da qualche parte sotto a quel ciuffo di nuvole bianche ci sono il galletto e la pulcina in cammino verso il Comici. Io ne ho fatta soltanto metà, ché l'asma si è fatta sentire come una vecchia suocera stizzosa, così il mio cuore ha continuato a salire con loro mentre le mie gambe son tornate giù e adesso si godono il sole, il prato e nient'altro perché è tutto quello di cui ho bisogno. Un'ape vaga nelle vicinanze impegnata a saltare di fiore in fiore senza fermarsi mai, la mia penna scorre veloce su queste pagine bianche e dal rifugio arriva un profumino delizioso. Tra un po' sarà il turno di uno strudel, un caffè caldo e una buona dose di serenità. Se non è il paradiso questo.

13 commenti:

Isabel Green ha detto...

ogni tanto fa davvero bene :)

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

che meraviglia... la natura ha sempre un potere rigenerante, ci ricorda da dove veniamo..
goditi tutta questa serenità, che meriti

Berny ha detto...

Ho scoperto questo blog adesso girovagando un po nel web-food e dintorni..., veramente carino e originale.. complimenti!!! :)

sonia ha detto...

Io amo i profumi della montagna. Sedermi nell'erba e ascoltare con il naso.
Anche lo strudel, lo amo :)

sonia

johnny says ha detto...

che bello eri in un sogno! il silenzio e la pace che ti fanno sembrare il mondo un po' migliore.....dove hai trovato la forza per tornare?

wwm ha detto...

che voglia di montagna, di camminate, di pace che mi hai fatto venire....quasi quasi mi organizzo un weekend con pupo nel verde!!!

Anonimo ha detto...

...che meraviglioso panorama...
Mammagò

Fastidiosa ha detto...

Come capisco la tua sensazione, e come vorrei essere anche io lì in questo momento. Adoro la Valfiscalina e tutta la Valpusteria! Spero di trovare posto e riuscire a partire questa settimana! ciao L.
p.s. che bello il tuo blog!

Maurice ha detto...

Nooo, anche tu a due passi da me, ed anche tu che ti eclissi.
Un abbraccio te lo davo volentieri. Ottima scelta, comunque, e ben tornata in web.

Cipolla ha detto...

"dove si dice buongiorno a chi si incontra ché l'educazione in montagna esiste ancora"... questa è una sacrosanta verità! ma la montagna mi piace soprattutto per il "profumino" che arriva dal rifugio!!!

NIGHTFAIRY ha detto...

Bello bello..davvero il paradiso!cosa riesce a fare la natura..peccato che spesso gli uomini decidano di rovinarla!

Anonimo ha detto...

Bellissima questa foto , esprime tutto il tuo amore per la montagna.

Baci
Paperinikka-Sanibel

Moky ha detto...

LA montagna ha un potere che non si puo' sottovalutare!! Succede sempre anche a me!!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin