giovedì 6 dicembre 2007

Strudel di pere

Qualche sera fa mi è venuta voglia di montagna. Della mia montagna. Quando l’aria fredda del mattino odora di neve che scricchiola sotto i piedi e tutt’intorno. Quando un rifugio caldo mi accoglie con chiacchiere, tè caldo e profumo di legno. Quando al crepuscolo guardo in su e intravedo quel nero merletto di Dio che si staglia contro il cielo viola e resto ammutolita. Atmosfera mica facile da ricreare in città. Ma mentre assaggiavo questo strudel tiepido ho chiuso gli occhi e, per un attimo, sono stata lassù. Sull’Alpe.

Ingredienti:
2 pere Williams grosse e mature
250 gr. pasta sfoglia
60 gr. biscotti savoiardi
zucchero semolato
uvetta sultanina
pinoli
scorzette di arancio candite
cannella in polvere
zucchero a velo

Preparazione:

Sbucciare le pere, tagliarle in quarti e affettarle. Stendere un rettangolo di pasta sfoglia di circa 30 centimetri per 25 e coprirlo con i savoiardi sbriciolati. Allargare sopra le pere a fettine, una manciata di uvetta, i pinoli e un passata di zucchero. Insaporire con le scorzette di arancio e la cannella in polvere. Arrotolare la pasta sfoglia chiudendo all’interno tutti gli ingredienti e rimboccando le due estremità. Fare due-tre taglietti sulla parte superiore e adagiare lo strudel su una placca da forno rivestita di carta da forno. Cuocere in forno caldo a 200° per 30-35 minuti. A cottura ultimata lasciar intiepidire e cospargere con zucchero a velo. Tagliare lo strudel a fette spesse accompagnando con panna montata.

11 commenti:

pOpale ha detto...

Io ci provo ma non garantisco il risultato perchè la tua descizione di una casa di legno con un tè caldo e il profumo di una torta di pere è troppo invitante :)

sonia ha detto...

OT: mi riferisco al Plum Cake del passato, mia mamma sostiene che per non fare affondare l'arancia candita bisogna infarinarla. Speriamo sia vero!
Ciao!

mietta481@gmail.com ha detto...

Ottimo lo strudel di pere!

Suysan ha detto...

Non vado matta per lo strudel ma quel paesaggio che hai descritto mi piacerebbe "assaggiarlo" anche a me.............

LauBel ha detto...

stampo, preparo e ti faccio sapere il risultato; a leggerla è buona... il problema è che non sono proprio brava ai fornelli ma questa volta mi impgno!!!
alla prossima

LA CONIGLIA ha detto...

il merletto di Dio è meraviglioso...

Bibi [http://numerodue.leonardo.it/blog] ha detto...

ok, ammetto: la voglia di montagna adesso ce l'ho anch'io ....
Bibi

PS: come mai hai cambiato la moderazione dei commenti?

Anonimo ha detto...

mmmhhhh....ma perchè ho un coinquilino a cui non piace la frutta in nesusn modo?????
billo

Cipolla ha detto...

mmhhhhhhh che buono lo strudel, di pere poi è molto particolare! :))

Anonimo ha detto...

Che versione golosa dello strudel???!!! :-)))
Se fossi vicina vicina verrei a bussarti all'uscio per fare colazione,cara Gallinella!
bacioni
Sandra (Untoccodizenzero)

Gallinavecchia ha detto...

@ Sonia - la prossima volta sperimenterò il suggerimento della tua mamma, grazie :-)

@ Bibi - non ho cambiato la moderazione dei commenti, è sempre la stessa. A te appare qualcosa di diverso?

@ tutti ... un baciotto e grazie di cuore per i vostri commenti, preziosi e sempre graditi :-)

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin