venerdì 25 marzo 2011

Bello

Una giornata stupenda, il sole alto nel cielo, in forma smagliante, una brezza leggera a scompigliare un po’ i capelli ed un tripudio di fiori e rami sempre più verdi dappertutto. Bello. Il venerdì pomeriggio è un po’ come il giorno prima di partire per le vacanze, quasi più bello della partenza stessa, il fine settimana ancora tutto davanti come un tappeto steso da percorrere a piccoli passi con le scarpe della festa, da pensare, programmare e buttare all’aria se non ci piace troppo. Bello. Una tazza di tè alla vaniglia da sorseggiare con calma guardando dalla finestra tutto quello che c’è da fare in giardino in questa stagione e non sentirsene minimamente scoraggiata, mentre lo sguardo si perde nel viola acceso delle campanule da rinvasare e nell’ortensia nana nuova di zecca che per adesso mostra solo qualche timido ciuffetto verde ma che a tempo debito han detto che si trasformerà in un tappeto rosa. Bello. Star su fino a notte fonda a progettare con metro, calcolatrice e un programmino niente male quella famosa stanza Cenerentola che prima o poi riuscirò a trasformare in principessa senza l’aiuto di nessuna bacchetta magica ma solo della mia determinazione. Bello. Svegliarsi e trovare il giorno già dentro casa, la luce allegra che danza sulle tazze della colazione e ascoltare la pulcina che racconta il sogno che ha fatto mentre spalmo la marmellata sul toast. Bello. Anche sapere che il fine settimana sarà un tour de force e che probabilmente tutto non ci starà, che quando affronterò il giardino lancerò inevitabilmente una fila di maledizioni e che tra non molto il cielo si gonfierà nuovamente di pioggia e dovrò tornare ad indossare il piumino. Adesso non importa. Adesso è tutto, magicamente, incredibilmente, bello.

2 commenti:

Reb ha detto...

Incredibilmente bello, come le parole che ho trovato stasera qui. Bello. Bello sì

LA CONIGLIA ha detto...

ma che post veramente sensibilmente...bello!
smak :)

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin