giovedì 13 marzo 2008

Un bel dì vedremo

Dopo essermi sentita per parecchi giorni Madame Butterfly in attesa del famoso fil di fumo, ieri sera durante la visita al cantiere, che è ciò in cui si è trasformata la mia casa in corso di rinnovamento, ho davvero intravisto per la prima volta all'orizzonte, seppur ancora parecchio velato dalla foschia, un esilissimo filo di fumo, sperando che fosse davvero quello del piroscafo in avvicinamento e non un abbaglio dovuto alla mia miopia. Insomma, guardando oltre i cumuli di macerie e usando un po’ di immaginazione, si cominciano a delineare le forme e le strutture di ciò che sarà, e quello che ho visto mi è piaciuto parecchio. Tra le milleuna decisioni da prendere, cartongessi, solai, scale, luci, intonaci e interruttori, un muratore, un idraulico e un architetto che sembravano i Tre Caballeros, ho visto alcune cose che mi hanno fatta sorridere. Ho visto la picci arrampicarsi al piano di sopra e finalmente trovare uno spazio adeguato per i suoi giochi e il suo studio, ho visto me stessa sedermi soddisfatta su un comodo divano mentre la luce che entra dal giardino danza sulla parete a mattoncini, ho visto un lungo tavolo allegro e imbandito ed un gruppo di amici chiacchieroni seduti tutt’intorno a dividersi un arrosto fumante e un buon rosso, ho visto un angolo di pace e tranquillità dove rifugiarmi a pensare al nulla quando l'umore volge al nero e bisogna staccare la spina. Ho visto un sogno che lentamente si sta materializzando e, malgrado le paure e i giramenti che tutto questo ha provocato e che ancora provocherà, ne sono felice.

6 commenti:

miciapallina ha detto...

Ho trovato uno spiraglio fra le cartacce della mia scrivania, e subito mi sono messa a leggere. Le cose che mi sono mancate in questi giorni in cui il mio capo mi ha tenuto in ostaggio sono tante.... il mio tempo, la mia vita, i tuoi racconti!
Per me i tuoi racconti sono come frammenti di specchio sparpagliati intorno.
Mi rivedo nella tua confusione, nella cialda del caffè..... nell'abbandono del pc!
Ma tu lo dici così bene!
nasinasi soddisfatti

(a proposito.... passerei a cambiarti l'acqua se vuoi, non mi piace lasciare la terra secca nei vasi. Quindi tranquilla, ci penso io!)

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

Mi hai fatto venire voglia di risentire quest'aria bellissima della Callas, e ora la sto ascoltando...
ti ho immaginata così:
...e aspetto gran tempo
e non mi pesa la lunga attesa[...]io
me ne starò nascosta
un po' per celia,
un po' per non morire
al primo incontro...

tu che aspetti trepidante il tuo nido...
hai scelto proprio una bella metafora... :o)
Valeria

Moky ha detto...

The light at the end of the tunnel...

thecatisonthetable ha detto...

Gallinella stoica!

LA CONIGLIA ha detto...

E' una sorta di gestazione insomma :)

Maurice ha detto...

E' una gran bella sensazione, come ti capisco.

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin