martedì 9 dicembre 2008

Winter cake

Come dico sempre, niente di meglio di una sessione di pasticceria per scacciare paturnie ed esorcizzare tristezze. Così, visto che la malinconia tardava ad andarsene, ho pensato bene di aiutarla ad accomiatarsi accendendo il forno e aprendo il ricettario, che oltre tutto, dato il clima decisamente invernale, con tanto di nebbia e brinata mattutina, un bel dolce ricco e profumato ci stava proprio bene. Mi sono imbattuta in una ricetta di un cake classico che ho deciso di personalizzare aggiungendo un po’ di frutta di stagione, creando un'ottima versione invernale, adatta ad accompagnare un bollente tè pomeridiano, una pigra colazione della domenica mattina o anche un fine pasto quando ci si accorge che c’è ancora un angolino libero per qualcosa di sfizioso.

Winter cake

Ingredienti:
150 gr. di zucchero
150 gr. di farina
100 gr. di burro
2 uova
1 cucchiaino di lievito vanigliato
2 mele
2 mandarini
pinoli
zucchero a velo

Preparazione:

In una terrina a sponde alte lavorare bene le uova con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara. Aggiungere la farina setacciata, il lievito e mescolare bene. Ammorbidire il burro lavorandolo bene e aggiungerlo all’impasto. Lasciare l’impasto a riposare per 15 minuti. Nel frattempo sbucciare le mele e tagliarle a spicchi sottili, sbucciare i mandarini e tagliare gli spicchi a metà privandoli dei semi. Riscaldare il forno ventilato a 170°, imburrare e infarinare uno stampo rettangolare da plum cake a bordi alti. Aggiungere una manciata di pinoli all’impasto mescolando con delicatezza. Versare un po’ d’impasto nello stampo, metterci sopra i pezzetti di mandarino e ricoprire con il rimanente impasto. Infilare per verticale tutte le fettine di mela nell’impasto, una accanto all’altra, senza premere troppo, fino a ricoprire l’impasto. Spargere sopra un’altra manciata di pinoli e infornare per circa 40 minuti, verificando la cottura con uno stuzzicadenti. Lasciar raffreddare e spolverizzare con zucchero a velo.

12 commenti:

LA CONIGLIA ha detto...

io ho sempre spazio per le cose sfiziose!!! :)

wwm ha detto...

Brava. Lo provo!
Qualcuno mi sa dire come si dice lievito in inglese??

Gallinavecchia ha detto...

@ wwm - si dice yeast (quello naturale) o baking powder (quello generalmente usato per i dolci).
Poi fammi sapere come ti è venuto!

Wennycara ha detto...

D'accordissimo sul potere taumaturgico dell'arte culinaria :)
Dev'essere delizioso il cake: entra in lista d'attesa, che tanto lunga poi non sarà visto l'incombere di feste/compleanni/cene et similia!
wenny

Maurizio ha detto...

Ha un bell'aspetto (merito della foto o della ricetta?) il che vuol dire che è buono. Quasi quasi lo copio.

wwm ha detto...

Sono un'imbranata quindi chiedo:
se uso una tortiera rotonda di quelle che puoi staccare il bordo (perchè è l'unica che possiedo) va bene lo stesso? Devo aumentare le dosi? Se no i vado a prendere sta tortiera rettangolare eh...
Non odiarmi gallina!

Odeline ha detto...

Uh passo a salutarti e trovo questa meraviglia???
Buonaaaaaa me ne dai una fetta?

Baciotti

Gallinavecchia ha detto...

@ wwm - puoi usare anche una tortiera tonda (aumentando le dosi in proporzione) ma tutti i tipi di plum cake sono un must nello stampo rettangolare! ;-)

lamagagiò ha detto...

Appena ho un pò di tempo lo provo e ti faccio aspere come è venuto. Il tuo pare una meraviglia!

sonia ha detto...

Gallina sai che io ripropongo sempre con minime modifiche il tuo cake al cioccolato bianco e mais dell'anno scorso? Ieri ne ho infornato uno uvetta e cornflakes perfetto per la colazione... non credo arriverà a sabato!
Adesso proverò anche questo!

Erre54 ha detto...

non so perchè ma io mi ritrovo sempre nei tuoi post
un giorno chissa' che ci incontreremo,lo spero veramente con il cuore,e spero di poter abbracciare un'a,oa..rare molrto rare al gorno d'oggi
un abbraccio affettuoso
Erre

Mammamsterdam ha detto...

I cake sono una cosa fantastica, e da quando ho scoperto quelli salati la mia gioia non ha fine.

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin