venerdì 13 luglio 2012

Ferie after-hours

E' strano questo luglio, diverso da tutti gli altri lugli, si dice lugli? mi sa di no, e non solo per il caldo record che lo ha fatto schizzare ai vertici della hit parade estiva degli ultimi cinquant’anni. In genere è un mese fiacco, addormentato dall’afa e dalla solitudine di una città già mezza vuota, un mese in stand-by, in attesa delle vacanze e dei primi temporali, dove spesso le cose più interessanti da fare si riducevano al guardare qualche stanca replica televisiva ed a fulminare a suon di racchettate le sventurate zanzare che si azzardavano ad entrare in casa. Questo luglio invece mi sta sorprendendo con un’identità nuova, nottambula e festaiola, dove passato il tramonto ogni occasione è buona per uscire e far qualcosa. Ecco quindi fiorire cene in pizzeria con amici e figliolanza, spettacoli estivi, apericene, cinema all’aperto e perfino un Lago dei Cigni. Caspita, praticamente impossibile riuscire a trovare un buco libero nel mio carnet. E se anche restiamo in casa, vai di tivù spenta e via con una serata di letture come quella di ieri sera, dove io e la pulcina ci siamo godute il silenzio e la notte, ognuna immersa nella lettura del suo libro ma contemporaneamente in compagnia dell’altra. No, non è affatto male questo luglio cittadino, con i negozi che restano aperti fino a mezzanotte per combattere la crisi e offrire un diverso modo di fare shopping ai saldi, che sembra quasi di essere a Viareggio in passeggiata per le classiche vasche del dopocena. E se ci scappa un bellissimo paio di jeans al prezzo di una maglietta, ancora meglio.  E poi un po’ di ferie le abbiamo già fatte, ed altre verranno ancora quando molti staranno tornando, e nel mezzo possiamo metterci dei giorni proprio così, climatizzati, austeri e lavorativi durante il giorno, ciarlieri e giocosi sotto le stelle. Praticamente delle mini-ferie in pillole da prendere ogni giorno. Una specie di cura vitaminica, come la pasticca rosa che ogni mattina metto accanto alla tazza della colazione della pulcina. E si sa, le vitamine fanno sempre bene.

4 commenti:

Mari ha detto...

Sul mio blog ho una piccola sorpresa per te... Buona domenica! ^__^

Alessia ha detto...

bello, sono contenta dell'atmosfera che racconti..io credo che comunque l'estate italiana, in generale, sia cambiata e stia cambiando..le città sono molto più vive, le persone anche..non so..è tutto un po' meno "addormentato" in tutti i sensi..perciò godiamocelo.

Rosa-kreattiva ha detto...

ciao
ti ho ritrovato grazie ad un vecchio file salvato nel lontano 2009 quando non ero ancora entrata in questo mondo magico che blogger :-) oggi ti scrivo con la consapevolezza che il tuo blog mi piace ancora oggi come ieri e come domani se ti va vienimi a trovare ciao rosa.kreattiva

viola ha detto...

Ciao. Bellisssssime le tue osservazioni su luglio. Devo farne tesoro per non sentirmi "in castigo", nei giorni estivi in cui lavorerò. Grazie

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin