venerdì 4 aprile 2008

La scala

Sfondiamo il solaio e facciamo una scala. Questo è quello che abbiamo detto quando abbiamo deciso di ingrandire il nostro pollaio. Facile a dirsi ma a farsi mica tanto. Cioè, per quanto riguarda il solaio, è stato un gioco da ragazzi, i muratori si sono divertiti a suon di martello pneumatico dandoci giù di brutto come se stessero trivellando un pozzo petrolifero e, hoplà, ecco il solaio aperto come un buco nel groviera. Il fatto che siano comparse delle crepe nel soffitto, che siano cascati alcuni intonaci, che sia crollato un pezzo di muro nella cantina di un vicino sono solo dettagli, quisquilie insomma. L’architetto serafico ci informa che al giorno d’oggi questo tipo d’inconvenienti è all’ordine del giorno nelle ristrutturazioni, che ci volete fare, l’eccezione è diventata la regola. Dato che saltargli alla gola non sarebbe da persone educate optiamo per una camomilla cercando di soprassedere e non pensare al nostro budget nel quale si stanno aprendo delle falle che nemmeno il Titanic. Così ci dedichiamo alla scala e dopo un po’ di ricerche ci rendiamo conto che star dietro alla cialtroneria dei muratori sarebbe stato senz’altro più rilassante e divertente. Io che avevo sempre abitato in case su di un unico livello non avevo la più pallida idea che una scala interna fosse praticamente considerata un bene di lusso e che pertanto avesse anche un costo altrettanto lussuoso. Ormai il buco è stato fatto e bisognerà pur trovare un modo di raggiungere il piano di sopra, ma ogni preventivo che arriva è più alto del precedente, tanto che sto seriamente valutando l’opzione liana in stile io Tarzan tu Jane oppure una bella pertica da caserma dei pompieri che all’occorrenza potrebbe trasformarsi in allegro palo della cuccagna per le festicciole della pulcina o che magari potrei decidermi ad usare per una torrida coreografia lap-dance in onore del Galletto, il quale non aspetterebbe un attimo a chiamare la neuro. No, ho proprio paura che ci voglia una scala. Ma di questo passo mi ci vorrà anche un superenalotto, un terno secco, un poker. Anzi, come ho fatto a non pensarci prima, una scala reale.

13 commenti:

miciapallina ha detto...

Gallinella bella... dirti ancora una volta quanto ti capisco, mi sembra scontato e banale.
Ma è davvero così!
Il mio nonno e il mio papà hanno sempre fatto tutto (o quasi) con le loro zampine a casetta loro, quindi per me era scontato che chi è del mestiere (vedi muratori e architetti) non potesse non fare le stesse cose... anche meglio!
Se...... e io sono un cavolfiore!
Tre cose abbiamo fatto fare alla Gatteria..... e tre volte ci hanno ucciso e rattristato.
per l'ultima poi ci hanno addirittura dissanguato facendo un lavoro orrendo..... che tristezza.
Eppure quando io lavoro, quando faccio il mio lavoro, io ho soddisfazione a fare una cosa bella, pulita, mi piace che la gente sia soddisfatta, mi fa sentire bene.
Forse vivo davvero nel mondo dei sogni..... non sono ancora scesa quaggiù....

Mal comune NON fa mezzo gaudio... ma ti capisco... ooo come ti capisco!

nasinasi impolverati

cocozza ha detto...

Dai che una soluzione la trovi non metterti fretta o in legno o in muratura cerca bene e confronta i prezzi.
ciao cocozza

Suysan ha detto...

ho avuto anche io i tuoi stessi problemi qualche anno fa e non puoi capire la sorpresa quando pochi giorni fa ho visto da "Leroy e Merlin" delle splendide scale già pronte a prezzi decisamente più contenuti della spesa che affrontammo noi.....facci un salto non si sa mai trovi quello che ti serve.

Elenina ha detto...

Ciao!
Piacerissimo!!
Sono contenta di aver trovato questo simpatico blog, son nuova qui ^^
Posso chiederti come si cambia il nome alla scritta COMMENTI?
E poi mi piacerebbe scrivere l'elenco dei blog che mi piacciono, ma nn riesco!!!
Scusami se ne approfitto, vengo da msn..qui è tutto differente!
Grazie
Ciaooooo

claudia ha detto...

ciao!
da quando ho scoperto per caso il tuo blog, me ne sono innamorata e non c'è giorno che io non passi di qui per vedere se ci sono novità. adoro quello che scrivi, sai esprimere con grande sentimento pensieri profondi e quelli più frivoli. ti ammiro, e un pò ti invidio. Allora vorrei chiederti un parere, sperando che tu mi sappia rispondere. A giugno avrò la maturità, ma non so decidermi sul tema della tesina. Tu sapresti consigliarmi qualcosa? (faccio il liceo scientifico e sono appassionata di tutto ciò che riguarda la fotografia, la moda e.. il cioccolato!)
a presto. un abbraccio!

Gallinavecchia ha detto...

@ Suysan - grazie per la dritta, andremo a dare un'occhiata :-)

@ Elenina - piacere mio :-)
Per le modifiche che vuoi fare, devi accedere al menù "personalizza" e poi scegliere l'opzione "add a page element" che ti consente di creare e personalizzare tanti elementi alla tua pagina (un elenco di link o di altre informazioni, fotografie, testo, creare un archivio, etc.) è semplice e piuttosto intuitivo, vedrai che non avrai problemi.

@ Claudia - grazie delle belle parole :-) da vecchia gallina qual sono, sono onorata di avere una diciottenne maturanda tra le mie lettrici! La domanda che mi poni è di quelle da un milione di dollari... io ero rimasta al tema della maturità da scegliere tra le tracce proposte dal ministero (storia, attualità, letteratura..) non sapevo di una tesina per così dire "a piacere". Se così è proverei a parlare di una delle tue passioni, la fotografia, spaziando da ciò che significa per te (emozioni, creatività) a ciò che l'avvento della digitale e dei telefonini che fanno foto ha cambiato nel mondo della fotografia dal punto di vista dei giovani. Che ne dici? Un bacio e, fin da adesso, in bocca al lupo!

gallonero_74 ha detto...

...quando ho fatto i lavori a casa mia, sei anni fa, gli operai dovevano andar via dopo un mese...al sesto li ho cacciati io...
Sono però ancor vivi i ricordi degli aneddoti che solo oggi racconto con il sorriso sulle labbra...
..."gli appliques nel bagno, ai lati dello specchio, mi raccomando a due metri"...peccato che non ho pensato di ricordare che li volevo alla stessa altezza visto che hanno misurato i due metri da terra ed a destra c'è un gradino di 10 cm!!!

Buona fortuna,
che tu possa prendere pieno possesso della tua casa quanto prima.

LA CONIGLIA ha detto...

a me l'idea della pertica sembra perfetta. Come quella dei ghostbuster!!!

(a parte gli scherzi, in bocca al lupo!)

S.B. ha detto...

io sono per il palo stile lap dance :-D

angelo dei boschi ha detto...

Io ho una scala a pioli in legno, puo servire? :D

koala ha detto...

Anche in America ci sono i muratori e gli idraulici strani. Non ti dico i problemi perche' io ho voluto un bidet!!! Nel bagno di Alina poi lo sciacquone del WC e' collegato all'acqua calda....
Queste sono solo due delle cose successe a noi per la casa, e non ti dico il costo del bidet e installazione!!!
Non demordere e troverai cio' che fa per te. Pero' forse ti conviene anche giocare al lotto, nonsisamai....
Bacini

ruben ha detto...

Ma... adesso che la fattoria si è allargata... ci starebbe un altro pulcino!!!
;-)

Anonimo ha detto...

Bella l'opzione della liana, da futura proprietaria di un attico duplex non ci avevo pensato.

Peccato, perche sono certa che sarebbe piaciuta moltissimo ai nostri cuccioli ;) !

Un abbraccio
Cris

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin