venerdì 27 agosto 2010

La trottola

La trottola gira, gira, gira. Gira talmente forte che non riesci neppure più a distinguerne i colori e quell'unica sfumatura incerta che riesci a vedere ti fa credere che tutto sia a posto, che i problemi e le difficoltà si siano dissolti, e quasi riesci a dimenticartene. Poi la trottola si ferma, ogni colore riprende il suo posto e ti accorgi che in fondo tutto è rimasto come prima. Ci sono i gialli, i rossi, gli azzurri, ma anche quella serie infinita di colori bui che non puoi ignorare. Tutto ritorna, i sospiri, le lacrime, l'infinita tristezza. Devi sforzarti di ricominciare, in fondo si è trattato soltanto di una pausa. Ma quanto è stata bella l'illusione che la trottola potesse continuare a girare per sempre.

3 commenti:

federica ha detto...

e gira gira...peccato che poi si ferma....
e si......;))
un bacio
fede

VerdeSalvia delle colline di Firenze ha detto...

Anche i capodogli, ogni 2 ore, devono emergere e prendere aria. Poi tornano giù nelle loro profondità, ma un respiro ogni tanto lo devono obbligatoriamente fare.
Per sopravvivere.

PaolaFrancy ha detto...

non voglio pensarti triste.
dimmi che va un po' meglio ...

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin